Questo sito

Tutti i manuali di contabilità per gli enti locali sono uguali. Trattano delle stesse norme, analizzano gli identici procedimenti, si soffermano sugli elementi critici che ognuno conosce.

Tutti i manuali di contabilità per gli enti locali sono diversi. ognuno propone la sua visione della gestione economica-finanziaria, pur rispettandone i cardini normativi vigenti, talvolta aggiungendo al menù ingredienti saporiti per non appiattire lo studio della materia in capitoli freddi e privi di autentico interesse per la sua evoluzione.

Dunque, alla domanda se serviva un altro manuale, on-line, per giunta, per riepilogare al ragioniere comunale i principi dell’attività contabile, la risposta dovrete darla voi, che leggete queste righe, dopo aver usato il sito.

Usato, perché a ciò vorrei servisse questo manuale web. Nella stessa trattazione si è preferito un approccio concreto alla materia, per evitare quella pesantezza che, di norma, allontana rapidamente dalla lettura anche il più avveduto dei consultatori.

Per navigare tra gli argomenti risulterà agevole consultare l’indice analitico che, insieme al dettagliato indice generale, permette di individuare rapidamente l’oggetto della ricerca.

Inoltre, le tre appendici ci sembrano adeguate al rapido (forse troppo) evolversi della normativa, non ultimo il c.d. decreto “Sblocca pagamenti”, d.l. 8 aprile 2013, n. 35, recante “disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici”.

La nuova codificazione SIoPe è solo l’inizio di una rivoluzione nella tracciabilità delle transazioni della P.a. che, dal 2014, tutti gli enti dovranno applicare.

Mentre la riproposizione dei principi contabili adottati dall’osservatorio è la necessaria premessa alla loro definitiva consacrazione, insieme alle novità sull’armonizzazione dei sistemi contabili.